Forum-Dialogo italo-russo della società civile

Articoli

Confronta anche:

Festival dell’arte russa a Padova

Lezioni di storia e letteratura. Seminari, presentazioni di libri, ma anche cene e workshop. Con una serata dedicata a «Il Maestro e Margherita» di Bulgakov, il 10 marzo a Padova è stato inaugurato «Imago Russia», il festival della cultura russa che vuole dare spazio alle tante persone che hanno la Russia nell’anima, comunica il RBTH Italia. Organizzatrice dell’evento è Natalia Pirogova, nata a Murom, nell’oblast di Vladimir, da 25 anni in Italia. Lei, danzatrice e coreografa, da tempo si occupa del corpo in movimento, su cui ha scritto anche un libro: «La danza di Natasha» (presentazione il 23 marzo nella libreria Laformadellibro), dedicato a Natasha Rostova, il celebre personaggio femminile di «Guerra e Pace» che, in un famoso episodio del romanzo, appena sente le note di una canzone si lancia in un ballo anche se non ha mai fatto nemmeno una lezione di danza. «Trovare il modo di risvegliare l’anima, proprio come ha fatto Natasha Rostova… Liberare qualcosa di autentico, di profondo: è questo il mio lavoro». Ecco allora che il festival, nato per dare maggior risalto alla cultura dell’est, fonde in un unico programma pittura, danza e serate letterarie. «Rispetto a Roma e Milano, nel nord-est Italia sono ancora poche le realtà che danno spazio alla cultura russa - spiega Natalia -, e noi abbiamo voluto fare qualcosa per invertire questa tendenza».

«Investire in Russia»: una guida per operatori economici

E’ stata presentata il a Milano, presso la sede della Regione Lombardia, la guida «Investire in Russia», documento per operatori economici italiani realizzato dall’Ambasciata d’Italia a Mosca, dall’ICE e dal Ministero per lo Sviluppo Economico, con la collaborazione del Sistema Italia nella Federazione e delle Autorità russe.

Ivan Melkumjan: «Mi avevano soprannominato «la nostra voce russa d’oro»

Ivan Melkumjan, un famoso traduttore simultaneista, ha raggiunto l'eccelenza nella sua professione. Ha unito la dimestichezza perfetta con la lingua italiana e il talento di attore e presentatore radio e da tanti anni lavora ai massimi livelli nella collaborazione internazionale. Ha fatto da interprete durante incontri al vertice, trattative internazionali, conferenze stampa. Per molti anni ha accompagnato Silvio Berlusconi, che affidava solo a lui la traduzione in russo dei propri incontri ufficiali. Dal 1986 Ivan abita e lavora in Italia, è un membro dell'Association Internationale des Interprètes de Conférence (AIIC). Ha assistito alle prime trattative dei due fondatori del Forum-Dialogo Italo-Russo della Società Civile e continua a partecipare quasi a tutti i loro progetti.

La Russia presenta all'EXPO le tradizioni e le innovazioni

L'esposizione universale – l'evento internazionale fondato nel 1851 che sembrava aver perso un po' della sua fama negli ultimi anni – questa estate brilla di nuovo. Grazie alla famosa meta turistica scelta per la fiera (Milano), all'argomento sempre scottante (cibo), al pool dei partecipanti veramente internazionale (145 nazioni da tutto il mondo) e ovviamente all'atmosfera accogliente che caratterizza ogni festa italiana, solo durante il primo mese dopo l'apertura l'EXPO-2015 ha attirato – come riporta il sito ufficiale – circa tre milioni visitatori. Il padiglione russo, che appare in ogni elenco delle installazioni più belle dell'esposizione, ha preparato un lungo programma di eventi per rappresentare al meglio il Paese al pubblico mondiale fino al 31 ottobre 2015.

Christian Panico: La mia avventura con la Russia

Il cantante italiano Christian Panico vive e lavora a Mosca. Ci ha raccontato com’era il suo impatto con la Russia, che programmi ha per il prossimo futuro e perchè considera i russi supereroi. - Da quanto tempo vivi in Russia? Ormai sono quasi due anni - Come ti è venuta l’idea di venire a vivere qua...